Il mio blog
Nome azienda - Messaggio aziendale
RSS

Post più popolari

DETRAZIONE 50% RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE
Pensiline e tettoie, serve il permesso di costruire
SANATORIA DI UN APPARTAMENTO
REGOLARIZZAZIONE PLANIMETRIA CATASTALE
RECUPERO SOTTOTETTO

Categorie

CONSUMO ENERGETICO
DIA E SCIA MILANO
INSEGNE MILANO
PRATICA SISMICA
PRATICHE COMUNALI
PRATICHE EDILIZIE
RECUPERO SOTTOTETTO
RIFORMA DEL CONDOMINIO
RISTRUTTURAZIONE
SANATORIA EDILIZIA
SENTENZE CASSAZIONE
SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO
powered by

Il mio blog

PRATICA SISMICA LOMBARDIA

PRATICA DI DEPOSITO E AUTORIZZAZIONE SISMICA REGIONE LOMBARDIA

Com’è noto, a partire dal 10 aprile 2016 sono entrate in vigore le nuove regole per la presentazione delle pratiche sismichenei comuni della Lombardia.
La Legge Regionale 12 ottobre 2015, n. 33 (“Disposizioni in materia di opere o di costruzioni e relativa vigilanza in zone sismiche”) e la D.G.R. 30 marzo 2016, n. X/5001 (“Approvazione delle linee di indirizzo e coordinamento per l’esercizio delle funzioni trasferite ai comuni in materia sismica

DETRAZIONE 65% RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

1. IL QUADRO NORMATIVO
L’art. 1, commi 344-349, della legge 27 dicembre 2006 n. 296 (Finanziaria 2007) ha introdotto una detrazione
d’imposta del 55% delle spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2007 per la realizzazione di interventi volti alcontenimento dei consumi energetici degli edifici esistenti.
IlDM 19 febbraio 2007ha specificato nel dettaglio gli interventi per i quali spetta la detrazione e la procedura per
richiederla.
LaCircolare 36/E del 31 maggio 2007dell’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sulla detrazione: beneficiari,

DETRAZIONE 50% RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE

Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può fruire della detrazione d’imposta Irpef pari al 36%. Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2013, la detrazione Irpef sale al 50% e si calcola su un limite massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare.
Attenzione: il decreto legge del 4 giugno 2013 (che ha prorogato fino al 31 dicembre 2013 la detrazione nella misura del 50%) ha riconosciuto la stessa detrazione del 50% anche sulle spese per l'acquisto di mobili destinati all'arredamento dell'immobile ristrutturato.

LEGGI E REGOLAMENTI

 
 
PER INFORMAZIONI E PREVENTIVI DI PRATICHE PER AUTORIZZAZIONE ALL'INSTALLAZIONE DI INSEGNECONTATTACI
 
PER APPROFONDIRE VISITA LA SEZIONE INSEGNE 
 
 
Leggi e regolamenti COMUNE DI MILANO
 
 
 
 

Oneri urbanizzazione, il Comune non può chiedere pagamenti aggiuntivi

 
Oneri urbanizzazione, il Comune non può chiedere pagamenti aggiuntivi
 
Tar Lombardia: richiesta illegittima se il contributo è già stato corrisposto col rilascio delpermesso di costruire
 
09/11/2010 - Il Comune non può chiedere oneri di urbanizzazione aggiuntivi al privato che ha già pagato il contributo di costruzione relativo a un edificio per il quale è stato rilasciato il permesso di costruire. Lo ha affermato ilTar Lombardiacon lasentenza 4026/2010

Distanze tra edifici, rilevanti tutti gli elementi costruttivi

 
Distanze tra edifici, rilevanti tutti gli elementi costruttivi
 
CdS: non vanno computate le parti di dimensioni ridotte che non pregiudicano lasicurezza
 
29/11/2010 - Tutti glielementi costruttivi hanno rilievo per il calcolo delle distanze, indipendentemente dalla loro funzione. Lo ha affermato ilConsiglio di Statoche, con lasentenza 7731/2010d el 2 novembre scorso, ha spiegato che per essere presi in considerazione glielementi devono presentare i caratteri di solidità, stabilità e immobilizzazione.

Cambio destinazione d’uso come opera abusiva

Cambio destinazione d’usocome opera abusiva
Per il Consiglio di Stato le modalità di utilizzo delle lottizzazioni incidono sulla pianificazione del territorio
04/01/2011 - Può configurarsi come lottizzazione abusiva anche ilcambio di destinazione d’uso. Lo ha stabilito ilConsiglio di Statocon lasentenza 7150/2010, che ha condannato la trasformazione a residenza di un gruppo di edifici destinati a laboratorio in zona artigianale.
 
 
Nel caso esaminato dal CdS, l’amministrazione comunale aveva stipulato una convenzione con una società per la realizzazione di immobili in zona artigianale con destinazione laboratorio.

Cambi d’uso, sempre dovuti gli oneri di urbanizzazione

Cambi d’uso, sempre dovuti gli oneri di urbanizzazione
Col maggior carico urbanistico deve essere pagata la differenza tra prima e seconda destinazione
12/12/2011 - Devono essere pagati gli oneri di urbanizzazione per ilcambio di destinazione d’usoche, pur essendo effettuato senza nessuna opera edilizia, implica un aumento degli oneri sociali.
 
Si è espresso in questi termini il Consiglio di Stato che, con lasentenza 5539/2011, ha chiarito che bisogna pagare la differenza tra gli oneri di urbanizzazione connessi alle due destinazione d’uso.

Ok definitivo alla riforma del condominio

 
Ok definitivo allariforma del condominio
 
Via a cambi d’uso delle parti comuni, innovazione e sostegnoalle rinnovabili, misure operative dopo sei mesi dalla pubblicazione
 
22/11/2012 -Cambi di destinazione d'usonelle parti comuni, installazione di impianti alimentati darinnovabili, rimozione delle barriere architettoniche e partecipazione a progetti di recupero urbano e riqualificazione del patrimonio edilizio. Sono gli ambiti d'azione dellariforma del condominio, approvata definitivamente dal Senato, che diventerà operativa dopo sei mesi dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Distanze minime, quando la deroga è possibile

Distanze minime, quando la deroga è possibile
Cassazione: ok per superare le barriere architettoniche, ma senza rendere inservibili le parti comuni
19/09/2012 - Le deroghe alle distanze minime sono ammesse solo in alcuni casi, come quando servono all’installazione di un impianto utile al superamento delle barriere architettoniche presenti in un edificio.
 
 È questo l’orientamento dellaCorte di Cassazione, che con la sentenza 14096/2012 si è espressa sulla controversia sorta in un condominio per l’installazione di un ascensore nel cortile condominiale.

Sopraelevazioni in condominio, azioni entro 20 anni

 
Sopraelevazioni in condominio, azioni entro 20 anni
 
Cassazione: se l’intervento pregiudica le condizioni statiche dell’edificio non esiste nessun limite di tempo
 
07/01/2013 - Se le sopraelevazioni in un condominio pregiudicano le condizioni statiche dell’edificio i condomini possono opporsi in qualunque momento. Al contrario, se il danno avviene a scapito del decoro architettonico l’opposizione deve essere presentata entro vent’anni.
 
È arrivata a queste conclusioni laCortedi Cassazione

Titoli edilizi, in condominio solo con autorizzazione

 
Titoli edilizi, in condominio solo con autorizzazione
 
CdS: confermato il diniego della concessione edilizia in mancanza del consenso scritto dei condomini
 
19/11/2012 - I titoli edilizi non possono essere rilasciati senza il consenso del condominio. Lo ha affermatoilConsiglio di Statocon lasentenza5128/2012.
 
Il CdS si è pronunciato sul ricorsopresentato da un condomino al quale il Comune aveva negato il rilascio della concessione edilizia per la realizzazione di un abbaino al secondo

È abuso edilizio la chiusura del pergolato con ampliamento

È abuso edilizio la chiusura del pergolato con ampliamento
Tar Lombardia: no alla compatibilità paesaggistica se aumentano abitabilità, superficie e volume
07/09/2012 - Chiudere un pergolato, dando origine ad un aumento volumetrico e a una modifica della sagoma, costituisce un abuso edilizio. Lo ha affermato ilTar Lombardia, sezione di Brescia, che con la sentenza1481/2012 hatracciato una netta differenza tra il concetto di pergolato e quello di tettoia.
 
  
Il Tribunale Amministrativo ha fatto il punto della situazione su una serie di aspetti da valutare nel momento in cui viene richiesta la

Il gazebo diventa abusivo se non è più amovibile e precario

 
Il gazebo diventa abusivo se non è più amovibile e precario
 
CdS: la sostituzione di strutture portanti può alterare i luoghie causare un incremento del carico urbanistico
 
11/01/2013 - Se un gazeboperde le sue caratteristiche di precarietà per la sostituzione delle strutture portanti, determina un’alterazione dello stato dei luoghi e un incremento del carico urbanistico. Motivi in base ai quali può essere considerato abusivo.

È la sintesi tracciata dal

Pensiline e tettoie, serve il permesso di costruire

 
Pensiline e tettoie,serve ilpermesso di costruire
 
Cassazione: titolo abilitativo per la modifica del territorio e non solo con la creazione di nuovi volumi
 
02/11/2011 - Necessario ilpermesso di costruireper la realizzazione di pensiline e tettoie che non possono essere classificate come opere provvisorie e accessorie. Si è espressa in questi termini laCorte diCassazionecon una sentenza del 7 settembre scorso.
 
La Corte, in base alle finalità di arredo eprotezione, ha rilevato una identità tra la nozione di pensilina e tettoia, che possono aumentare l’abitabilità dell’immobile.